Mese: maggio 2017

gluten-snapfood

Senza glutine e senza preoccupazioni

L’update di SnapFood introduce l’opzione per trovare i piatti gluten-free della città

Secondo una stima recente una persona su 100 sarebbe intollerante al glutine. E sembra che gli alimenti senza glutine si stiano diffondendo sempre più anche nella dieta dei salutisti non celiaci, che non ne avrebbero davvero bisogno. Sempre più ristoranti stanno quindi abbracciando la causa e molti locali standard sono corsi ad aggiornare il loro menù “classico”, che ora include almeno una manciata di portate gluten-free all’interno.

gluten-free

L’aggiornamento di SnapFood app rilasciato questa settimana comprende il nuovo “filtro” per cercare solo piatti gluten-free e rappresenta quindi il modo più veloce per trovare cibo “sicuro” in giro per la città.

La raccolta di segnalazioni sui piatti pensati per chi ha problemi di intolleranza al glutine è iniziata subito dopo il lancio di SnapFood e ora, dopo una prima fase di test interni, il database può essere finalmente interrogato da tutti gli utenti. Si parte da una base di partenza di oltre 1000 piatti gluten-free già caricati dalla community: numero che continuerà sicuramente a crescere grazie al passaparola di chi è costretto a una dieta rigida, priva di questa particolare sostanza proteica.

Come accade per altre intolleranze alimentari, un ristorante davvero gluten free deve comunque osservare tutta una serie di scrupolose regole, per evitare le contaminazioni (ingredienti off-limits, utensili sporchi…) che possono avvenire all’interno di una cucina. In questo senso il giudizio rassicurante di chi ha provato il piatto prima di noi risulta ancora più… prezioso.

L’update disponibile da questa settimana include anche la possibilità di filtrare specialità piccanti e piatti green, vegani e vegetariani, presenti sul feed SnapFood. Argomento altrettanto richiesto, di cui abbiamo già parlato qui.

snapfood-veg

I piatti vegetariani più verdi di SnapFood

Chi ha detto che la cucina vegetariana non è anche gustosa? Le “testimonianze” raccolte nel feed di SnapFood confermano che eliminare carne e pesce dalla propria dieta non significa necessariamente rinunciare alla varietà ma che, al contrario, è possibile scoprire tutto un mondo di nuovi piatti e nuove tecniche di cottura.

Entrando in territorio “Vegano” si arriva ad escludere dalla tavola anche latte, uova, formaggi, miele e… tutto quello che ha a che fare con il regno animale. In mancanza di certi ingredienti, intramontabili classici della cucina come pizza, lasagne, hamburger vengono quindi reinterpretati in chiave “green”, con un pizzico di creatività.

Prodotti basati sulla soia, come il tofu e il tempeh si preoccupano di compensare lato proteine, insieme ai legumi. Cereali e frutta secca vengono utilizzati per insalate e impasti, insieme alla Quinoa: una pianta sudamericana (letteralmente esplosa sul mercato healty europeo) che fino a qualche anno fa nessuno aveva mai sentito nominare.

E voi? Cosa ne pensate della cucina veg?
Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

Antipasto (BeVegan)

ape-veg

Si parte da un delizioso aperitivo vegetariano preso dal menù del ristorante BeVegan a L’Aquila. Quinoa con prugne e ravanelli, risotto mele e zafferano, purea di crauti bianco e semi di papavero.

 

Spaghetti di Alghe (Mantra Raw Vegan)

alghe-veg

Per primo è possibile invece ordinare uno Spaghetto di alghe, al pesto crudo. “Verdura di mare” dalle proprietà detox, molto utilizzata in Giappone. L’intrigante piatto “crudista” arrivato su SnapFood proviene dal ristorante Mantra Raw Vegan, di Milano.

 

Lasagna veg (Coxx)

lasagna-veg

Per chi non può rinunciare ai grandi classici, si può altrimenti optare per una lasagna, rigorosamente Vegana. Fatta con pasta di grano, passata di pomodoro, ragù di seitan e soia, al posto della carne, formaggio vegetale e spezie varie. È una proposta del ristorante Vegano Coox di Torino.

 

Hamburger di ceci (La Bistronomia)

panino-veg

Avete mai provato un hamburger veg che sostituisce la carne con un impasto di legumi? La nostra utente Giulia Cinti assicura la bontà di quello fatto con ceci e patate a La Bistronomia , di Camerano.

 

Dolci vegani (Abracadabar Cafè)

cannolo-veg

“I dolci ideali per vegani ed intolleranti, realizzati con panna e ricotta di soia, hanno stupito ogni mia aspettativa!”, dice la nostra Cla Udia. Per provare quelli della foto bisogna andare all’Abracadabar Cafè di Catania, specializzato in delizie siciliane vegane.