Categoria: Classifiche

gelato

SnapFood: i migliori gelati artigianali di Napoli

Cinque indirizzi “buoni assai”, per gustare un gelato artigianale a Napoli e dintorni. Cinque tappe storiche e praticamente obbligate, sia d’estate che d’inverno, segnalate dagli utenti campani di SnapFood che amano i dolci e… non temono le calorie.

Tra le “squisitezz” della scuola campana non mancano infatti le colorite esagerazioni che fondono insieme diversi tipi di bontà. Ed ecco quindi le graffe fritte usate come coni, le coppette fatte con la pasta sfoglia o i babà ripieni di gelato e ricoperti di cioccolata.

Siete a dieta? Basta scegliere i gusti a base di frutta, notoriamente più leggeri. Una coppetta piccola di gelato alla frutta ha 65 calorie mentre un cono grande con cialda di gelato arriva a 130 calorie.

Siete d’accordo con queste scelte?
Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

 

 

Fantasie Gelati

Fantasia Gelati

Nel corso degli anni Fantasia Gelati, come dice il nome stesso, si è specializzato nei gusti fantasiosi. Gli utenti sottolineano infatti l’ampia scelta di sapori (ci sono 8 varianti di cremino!) e un particolare punto di forza, il latte di bufala, usato come base di alcune ricette alle creme.

Casa Infante

casa infante

Artigiani del gelato altrettanto storici in città, propongono omaggi alla tradizione gastronomica napoletana come il gelato al sapore di babà, alla pastiera e al gusto roccocò. L’assaggio con foto è di Francesca Colombo. www.casainfante.it

 

Bilancione

bilancione-snapfood

Alla Gelateria Bilancione di Posillipo, consigliata dall’utente Gheca si può mangiare anche la coppetta, fatta con lo stesso impasto croccante della sfogliatella napoletana. Esagerato!

 

Mennella

mennella-snapfood

Storica pasticceria con oltre 40 anni di esperienza dolciaria, che ha raggiunto la bellezza di cinque punti vendita a Napoli. Mennella rinnova spesso l’offerta di gusti disponibili, realizzati con materie prime fresche di stagione.

 

La Scimmietta

faaffaaf

Menzione speciale per la qualità de La Scimmietta, che qualcuno considera tra le gelaterie più buone di tutta la Campania. Tappa fissa delle passeggiate, come ci consiglia l’utente Francesca. La scimmietta ha tre sedi: una nel napoletano (Afragola) ed altre due rispettivamente a Caserta e Marcianise.

anguria-snapfood

I piatti estivi più leggeri di SnapFood

Poche calorie. Freschezza. Leggerezza. Sono queste le principali caratteristiche che i piatti estivi dovrebbero teoricamente avere: sopratutto quelli che si consumano a mezzogiorno, sotto la pergola di uno stabilimento balneare.

L’efficientissima community di SnapFood ci viene incontro con qualche spunto per il pranzo estivo light, tra ricette evergreen e varianti sul tema. Cibi preparati con ingredienti di stagione e decisamente più adatti alle temperature di questo periodo dell’anno.

Anche se la prova costume è andata com’è andata… in questo articolo non troverete quindi patatine fritte, profiterole, salsicce o polenta.

Sorry!

Caprese

caprese-snap

La caprese è un grande classico che da sempre annuncia l’arrivo dell’estate. I pomodori hanno un elevato potere rinfrescante-antiossidante e la mozzarella è inaspettatamente tra i formaggi meno grassi (discorso a parte per quella di bufala). Nella foto, la versione bio di Aperta-mente Prelibarte, nel cuore di Parma, proposta dall’Utente Francy Fornari.

 

Pasta Fredda

pasta-fredda-snap

Variante sul tema per l’immortale pasta fredda con il tonno che diventa rossa grazie alle barbiabietola. Le rape della versione preparata al Café Riviéra non aggiungono solo colore ma contengono anche proteine, potassio, fibra e vitamine. Un contributo di Alessia_zl, da Casale Monferrato.

 

Tartare di Salmone

salmone-snap

Il salmone affumicato è un altro piatto semplice, perfetto per l’estate, sia come antipasto che come come secondo di pesce crudo. Il salmone è poi ricco di proteine e grassi “buoni”, i famosi Omega 3. La tartare nella foto, postata da Giulia Brusciani, proviene dal Ristorante Ristorante La Piazzetta (Cernusco Sul Naviglio).

 

Caesar Salad

caesar-snap

Anche l’insalata di pollo gioca nel campionato del picnic estivo. La carne bianca di pollo è oltretutto perfetta per chi deve badare alle calorie. In questa appetitosa Caesar Salad preparata alla Locanda Del Pedro, in provincia di Milano, c’è anche del bacon però.

 

Frutta e Yogurt

macedonia-snap

Voglia di dolce con leggerezza? Provate yogurt magro e frutta di stagione insieme. Consigliato come spuntino lontano dai pasti principali o come vitaminica colazione. L’incantevole composizione nella foto viene dal Frutilla di Napoli.

 

gelati-milano-snapfood

SnapFood: i migliori gelati artigianali di Milano

Prosegue il nostro refrigerante viaggio alla ricerca dei migliori gelati artigianali che si possono trovare in città. Questa volta abbiamo seguito i preziosi consigli degli utenti SnapFood che vivono a Milano. La classifica non è in ordine di importanza ma ogni nome presente in questa pagina meritava una menzione speciale.

Siete d’accordo con queste scelte fotografate? Continuate a segnalarci i gelati migliori che vi capita di assaggiare, a base di creme o frutta che sia, tenendo sempre a mente che ad un vero critico sono necessari 3 assaggi: il primo serve per preparare il palato al freddo, il secondo valuta la consistenza e solamente il terzo approfondisce il gusto.

Tasta

tasta

Laboratorio artigianale Siciliano approdato con successo anche a Bologna e Milano, in zona Brera. Propone gelati vegan, senza lattosio e senza zucchero, oltre ai grandi classici. Il nome deriva dal termine siciliano “tastare”, inteso come “assaggiare”.www.tasta.it

 

Baci Sottozero

baci-sottozero

Il nostro utente Mattia_292 consiglia i frappé ma la Gelateria Baci Sottozero propone anche creme, granite, semifreddi e sorbetti. I clienti possono osservare tutti i procedimenti perché il laboratorio è interamente a vista dalla strada.

 

CIACCO Gelato Senz’altro

ciacco-gelateria

Il “senz’altro” di questa gelateria partita da Parma si riferisce ad una formula priva di qualsiasi additivo, naturale e artificiale. Per dare spazio al vero sapore di ogni materia prima, la lista degli ingredienti di Ciacco è infatti la più breve possibile.

 

Gelateria Marchetti

marchetti

La famosa Gelateria del Torinese Alberto Marchetti, situata a Porta Romana, ha preso per la gola molti dei nostri utenti. Tra i gusti più acclamati spicca lo zabajone al marsala. www.albertomarchetti.it

 

Il Massimo del Gelato

massimo-gelato

Il Massimo del Gelato, del milanese Massimo Travani, combatte agguerrito in questa classifica composta dai laboratori “invasori”. La gelateria lombarda non ama stupire con gusti particolarmente stravaganti ma propone, tra le altre cose, 10 tipologie diverse di cioccolato: tra peperoncino, arancia e rum.

 

ristoranti-snap

I Ristoranti più fotografati di SnapFood

Quale locale ha il maggior numero di piatti segnalati?

Grazie al prezioso passaparola di chi cerca nuovi sapori e le segnalazioni di chi li ha già provati, Snapfood si sta diffondendo a macchia d’olio in tutta la penisola: regione dopo regione. Ma dove si trovano i piatti più fotografati dell’applicazione?

Interrogando i nostri archivi ne emerge un quadro decisamente… “campano”. Nel momento cui scriviamo la battaglia per il podio, parlando di ristoranti tirati in ballo dai nostri assaggiatori, ruota infatti intorno Napoli e provincia.

genovesi

La Pizzeria-friggitoria di Gaetano Genovesi, che insieme a moglie e figlio porta avanti il suo locale in via Manzoni a Napoli, ha conquistato il primo posto con un numero impressionante di recensioni che si avvicina ormai ai 400 piatti. “Impasto leggero” e “pizza non esageratamente grossa”, tornano spesso tra le testimonianze. La pizza “Gioia”, base bianca con prosciutto e patate, risulta tra le più gettonate del posto.

Secondo posto per Gigione, a Pomigliano D’arco, che invece è specializzato in hamburger e street food. Il locale, messo in piedi da una famiglia che di macelleria se ne intende davvero, è stata superato solo recentemente: al momento in cui scriviamo ha ben 314 piatti segnalati su Snapfood.

Gino Sorbillo, altra famosissima pizzeria a Napoli (in via dei Tribunali), segue il gruppo con 261 piatti segnalati dagli utenti. Sono in molti a consigliare di provare la sua originale “pizza col pesto”.

Per trovare ristoranti italiani del centro o del nord, altrettanto “fotografati” bisogna scendere fino in settima e ottava posizione, dove spicca il Temakinho di Milano, che propone invece sapori brasiliani e giapponesi.

gelaterie-roma

SnapFood: i migliori gelati artigianali di Roma

Con l’arrivo dell’estate sulla vetrina di Snapfood app sono apparsi anche i primi assaggi di gelato artigianale, ed è ripartita la consueta sfida annuale a colpi di coni e coppette, banana split e affogati ai liquori. Oltre ad un po’ di refrigerio, in ogni gelateria della città si cerca sempre il gelato perfetto, quel gusto dal sapore più “intenso”, con la consistenza vellutata e il sapore avvolgente.

Ma come riconoscere un buon gelato? La naturalezza del colore è spesso un indicatore: un gusto di frutta fatto con le polveri ha ad esempio un tono troppo acceso, innaturale. Se si percepiscono dei cristalli di ghiaccio è probabilmente un gelato mal conservato e se non si scioglie mai… la cosa potrebbe indicare la presenza di troppi grassi idrogenati, che resistono a temperature elevate.

In questa primo articolo dedicato ai gelati abbiamo elencato alcune delle migliori gelaterie presenti a Roma, segnalate direttamente dalla nostra community.

Siete d’accordo con queste scelte?
Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

Otaleg

otaleg-01

Considerato da molti il migliore della capitale, Otaleg a Via dei Colli Portuensi lavora con un laboratorio a vista che permette di assistere in diretta alla lavorazione del gelataio Marco Radicioni. Gli utenti di Snapfood consigliano “gusti di creme a base d’uovo”.

San Crispino

san-crispino01

Tra i primi a sperimentare con gusti molto “fantasiosi” abbinati alle stagioni, i ragazzi della gelateria San Crispino hanno scelto di rompere la tradizione proponendo solo coppette: niente gelato al cono! Diverse le sedi (San Giovanni, Pantheon e Fontana di Trevi).

Fiocco di Neve

fiocco-di-neve01

Questa storica gelateria a due passi dal Pantheon è specializzata in un gusto in particolare: lo Zabaione al marsala. In molti arrivano da tutta Roma solo per prendere un gelato monogusto, tutto zabaione e panna. O magari affogarlo con il caffè caldo, come ha fatto il nostro utente Phrants.

Rivareno

rivareno01

Stile Siciliano sbarcato con successo nella capitale (San Giovanni e Lido di Ostia). Gli appassionati segnalano come gusti imperdibili il pistacchio, dal sapore molto intenso, quasi salato, e il cremino alla nocciola.

Venchi

venchi01

Molto “fotogratato” anche il gelato di Venchi. A quanto pare è impossibile non prendere un cono “Brutto ma Buono”, alla gianduia con le noccioline, passando davanti a questo negozio di cioccolato Piemontese, che ha preso per la gola i romani.

napfood-pregiato

Peccati di gola: i piatti più pregiati di SnapFood

Dal caviale di Beluga al tartufo bianco d’Alba, passando per controfiletti di carne, ostriche, salmoni, aragoste e foie gras. La ricercatezza di certi piatti pregiati ha un suo costo ma nelle occasioni speciali si può anche spendere qualcosa in più per vivere un’esperienza culinaria a “5 stelle”, piacevolemente diversa dal solito.

Navigando sulla bacheca di Snapfood tra piatti esageratamente costosi, preparati con ingredienti preziosi o addirittura rari, abbiamo quindi immaginato un percorso gastronomico extralusso. Per una cena da vero Re.

Questa breve escursione nel mondo dell’alta cucina include tutte pietanze da provare almeno una volta nella vita (segnalateci altri piatti pregiati nei commenti!) ma se siete deboli di cuore… vi consigliamo di non sommare i prezzi per calcolare il totale di tutta la mangiata!

 

Italian Sashimi

Italian Sashimi

Affascinante interpretazione del crudo di pesce “Italian sashimi”, che è possibile trovare al ristorante Sadler di Milano. Una degustatione da €50 che viene servita in “ordine di delicatezza, dal sapore più lieve a quello più forte”.

Pasta deluxe

tagliatelle-tartufo

30 euro per un primo possono sembrare molti ma non quando c’è il Tartufo Bianco di mezzo. L’utente Eleonora Pedroli ha degustato e immortalato le Tagliatelle preparate con i Tartufi Savini al ristorante specializzato Il Tartufotto , di Milano.

 

Risotto Gold

risotto-gold

Se preferite del Risotto c’è quello proposto dallo chef del Mandarin Oriental di Milano. Con Champagne, Ostriche e Uova Di Quaglia. 35 euro per provare un mix di sapori molto particolare.

 

Manzo Nipponico

manzo-japan

Il famoso manzo giapponese Wagyu Kuroge: carne tenera come i massaggi che riceve. Ci voglio 50 euro per 120g di pregiatissima esperienza culinaria. Nella foto, il piatto del Ristorante Yazawa di Milano, suggerito dall’utente Alessia.

 

Aragosta mon amour

aragosta

Se volete trattarvi davvero bene l’aragosta non può mancare. Per quella alla griglia proposta dal Ristorante Federale di Lugano “bastano” 55 euro. Sfogliando il feed di Snapfood se ne trovano molte altre, di tutte le taglie e cotture.

 

Cuore di Cervo

cervo

Se passate dalle parti di Forte dei Marmi ma non amate il pesce potete optare per un Controfiletto di Cervo (€24) servito con salsa al mosto d’uva, purè di zucca e farro soffiato della Garfagnana. L’utente Elisa Caniparoli lo ha votato con “5 stelle” al ristorante L’Orsa Maggiore.

snapfood-veg

I piatti vegetariani più verdi di SnapFood

Chi ha detto che la cucina vegetariana non è anche gustosa? Le “testimonianze” raccolte nel feed di SnapFood confermano che eliminare carne e pesce dalla propria dieta non significa necessariamente rinunciare alla varietà ma che, al contrario, è possibile scoprire tutto un mondo di nuovi piatti e nuove tecniche di cottura.

Entrando in territorio “Vegano” si arriva ad escludere dalla tavola anche latte, uova, formaggi, miele e… tutto quello che ha a che fare con il regno animale. In mancanza di certi ingredienti, intramontabili classici della cucina come pizza, lasagne, hamburger vengono quindi reinterpretati in chiave “green”, con un pizzico di creatività.

Prodotti basati sulla soia, come il tofu e il tempeh si preoccupano di compensare lato proteine, insieme ai legumi. Cereali e frutta secca vengono utilizzati per insalate e impasti, insieme alla Quinoa: una pianta sudamericana (letteralmente esplosa sul mercato healty europeo) che fino a qualche anno fa nessuno aveva mai sentito nominare.

E voi? Cosa ne pensate della cucina veg?
Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

Antipasto (BeVegan)

ape-veg

Si parte da un delizioso aperitivo vegetariano preso dal menù del ristorante BeVegan a L’Aquila. Quinoa con prugne e ravanelli, risotto mele e zafferano, purea di crauti bianco e semi di papavero.

 

Spaghetti di Alghe (Mantra Raw Vegan)

alghe-veg

Per primo è possibile invece ordinare uno Spaghetto di alghe, al pesto crudo. “Verdura di mare” dalle proprietà detox, molto utilizzata in Giappone. L’intrigante piatto “crudista” arrivato su SnapFood proviene dal ristorante Mantra Raw Vegan, di Milano.

 

Lasagna veg (Coxx)

lasagna-veg

Per chi non può rinunciare ai grandi classici, si può altrimenti optare per una lasagna, rigorosamente Vegana. Fatta con pasta di grano, passata di pomodoro, ragù di seitan e soia, al posto della carne, formaggio vegetale e spezie varie. È una proposta del ristorante Vegano Coox di Torino.

 

Hamburger di ceci (La Bistronomia)

panino-veg

Avete mai provato un hamburger veg che sostituisce la carne con un impasto di legumi? La nostra utente Giulia Cinti assicura la bontà di quello fatto con ceci e patate a La Bistronomia , di Camerano.

 

Dolci vegani (Abracadabar Cafè)

cannolo-veg

“I dolci ideali per vegani ed intolleranti, realizzati con panna e ricotta di soia, hanno stupito ogni mia aspettativa!”, dice la nostra Cla Udia. Per provare quelli della foto bisogna andare all’Abracadabar Cafè di Catania, specializzato in delizie siciliane vegane.

 

Tort

I 5 piatti più bizzarri di SnapFood

Negli ultimi tempi giovani chef più o meno stellati si sono divertiti a sperimentare, re-interpretando ogni tipo di ricetta regionale tradizionale.

Ricette carnivore ripensate per vegetariani, tiramisù multicolore, proposte in versione street-food, piatti scomposti e piatti molecolari fanno parte di queste fantasiose varianti sul tema che un tempo non esistevano. Quelle “scelte azzardate” che non facciamo mai (inutile negarlo) al momento di ordinare qualcosa dal menù, continuando a puntare sempre sulle solite e collaudate pietanze.

Direttamente dalla community di SnapFood, ecco quindi cinque re-interpretazioni moderne di ricette tradizionali, che provano a fa uscire dagli schemi quei sapori che già conosciamo a memoria. Resta da capire se parliamo di un sacrilegio o di una ventata d’aria fresca.

Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

Tiramisù scomposto?

TIRAMISU

Un’idea bizzarra e veloce per servire il tiramisù in versione fingerfood, perfetto per un buffet giocoso. In questo caso il dessert non viene servito “finito” con i classici strati ma con tutti gli ingredienti separati ed è il consumatore a comporre il tutto versando nel bicchiere mascarpone, caffè e cioccolato a piacimento, da guarnire con un savoiardo. Foto di Viviana Bernardi, scattata a Fattoria Toccaferro.

La Pizza tutto incluso?

PIZZAFULL

Perché scegliere un gusto di pizza quando si può mettere di TUTTO sopra la base di partenza? La pizzeria La Piazzetta sforna una ciabatta ripiena di mozzarella di bufala, prosciutto cotto e crudo, salamino piccante, contorno di frittura mista, melanzane sottolio, più un mix di patatine, porchetta e wurstel fritti. Si chiama MAN VS FOOD.

Tortellini Fritti?

TORTELLINI

Un classico primo reinventato in versione take-away, da mangiare con le mani come se fosse uno snack salato. Una salsa al formaggio invece del parmigiano grattugiato a guarnire il tutto. Invenzione emiliana che a volte viene servita infilzata su lunghi stecchini a mo’ di spiedino. Nella foto, la versione di Agriturismo Viaggiante – Street Food.

Una carbonara... di mare?

CARBONARA-PESCE

Chi ha detto che la pasta alla carbonara deve essere per forza quella con il guanciale? Una variante del tradizionale piatto Laziale può essere preparata con pesce spada (oppure con i gamberetti) che andranno ad affiancare le uova sbattute. L’utente Desiree Lazzaro ci segnala il piatto proposto dal raffinato ristorante Baylik, a Reggio Calabria.

La pizza a forma di cono?

KONO-PIZZA

I puristi della margherita storceranno il naso ma il Kono Pizza è un’idea che piace molto ai bambini e (a guardar bene) non molto differente dal concept del calzone con pomodoro e mozzarella: altrettanto farcito e portatile. L’utente Roberta Mughetto ci propone la simpatica versione del Locale Il Gastronomo.

pizza-napoli-snapfood

Le pizze più fotografate di Napoli

pizzerie-su-snapfood

Com’era lecito aspettarsi, la Pizza è balzata subito in cima alla nostra classifica, nell’olimpo dei piatti più “chiacchierati” di SnapFood. In questo preciso momento gli utenti campani stanno combattendo una calorosa battaglia a colpi di opinioni per incoronare la pizza migliore di Napoli e dintorni.

La paternità di questa prelibatezza famosa in tutto il mondo è ancora oggi molto discussa. Storia e leggende s’intrecciano in un affascinante “impasto” che parte dall’epoca degli antichi romani, passando per etruschi e greci. All’epoca era più che altro una focaccia semplice, fatta con olio d’oliva e spezie, cotta su pietra. L’arrivo del pomodoro, importato dall’America meridionale, cambiò tutto.

Scorrendo il “feed” della nostra applicazione ricette tradizionali si alternano con fantasiose varianti sul tema, decisamente più moderne. Gusto, qualità dei prodotti utilizzati, cottura e digeribilità sono le classiche voci della “pagella” che possono fare la differenza nel punteggio finale ma visto che siamo su SnapFood, anche l’occhio vuole la sua parte.

Siete d’accordo con queste proposte? Volete proporre delle scelte differenti? Dite la vostra nei commenti di SnapFood!

Pizza Pesto e Pomodori (Gli Artigiani)

pesto-pomodorini

Viene da Giugliano in Campania una delle prime pizze caricate su SnapFood app. E in tantissimi sembrano approvare la golosa scelta della nostra utente Noemi, che utilizza un verde differente per variare sul tema della “bianca vegetariana”. Pizzeria Gli Artigiani Fanpage

 

Pizza Gennaro (Gino Sorbillo)

pizza gennaro

Gino Sorbillo ai tribunali è un’istituzione. La Pizza Gennaro pubblicata su SnapFood ha riscosso un gran successo. Il segreto, a quanto sembra, sta nel collaudato mix di formaggi accompagnato dai pomodorini gialli del Vesuvio, che donano equilibrio alla saporita ricetta. www.sorbillo.it

 

Pizza Crocchè (Gaetano Genovesi)

pesto-crocche

L’utente Manuela Panico non è l’unica a segnalarci questa pizza “panna e prosciutto” che include anche il tipico fritto da antipasto. Quelle crocchette di patate adagiate sopra la focaccia hanno ricevuto una meritata pioggia di like. www.pizzeriagaetanogenovesi.it

 

Montanara alla Genovese (da Gigino e Figli)

pizza-montanara

La classica preparazione della pizza Montanara, fritta prima e cotta al forno poi, con un tocco di creatività extra. Una ricetta atipica creata dalla pizzeria Gigino e Figli, molto applaudita su SnapFood. www.giginoefigli.it