Senza glutine e senza preoccupazioni

L’update di SnapFood introduce l’opzione per trovare i piatti gluten-free della città

Secondo una stima recente una persona su 100 sarebbe intollerante al glutine. E sembra che gli alimenti senza glutine si stiano diffondendo sempre più anche nella dieta dei salutisti non celiaci, che non ne avrebbero davvero bisogno. Sempre più ristoranti stanno quindi abbracciando la causa e molti locali standard sono corsi ad aggiornare il loro menù “classico”, che ora include almeno una manciata di portate gluten-free all’interno.

gluten-free

L’aggiornamento di SnapFood app rilasciato questa settimana comprende il nuovo “filtro” per cercare solo piatti gluten-free e rappresenta quindi il modo più veloce per trovare cibo “sicuro” in giro per la città.

La raccolta di segnalazioni sui piatti pensati per chi ha problemi di intolleranza al glutine è iniziata subito dopo il lancio di SnapFood e ora, dopo una prima fase di test interni, il database può essere finalmente interrogato da tutti gli utenti. Si parte da una base di partenza di oltre 1000 piatti gluten-free già caricati dalla community: numero che continuerà sicuramente a crescere grazie al passaparola di chi è costretto a una dieta rigida, priva di questa particolare sostanza proteica.

Come accade per altre intolleranze alimentari, un ristorante davvero gluten free deve comunque osservare tutta una serie di scrupolose regole, per evitare le contaminazioni (ingredienti off-limits, utensili sporchi…) che possono avvenire all’interno di una cucina. In questo senso il giudizio rassicurante di chi ha provato il piatto prima di noi risulta ancora più… prezioso.

L’update disponibile da questa settimana include anche la possibilità di filtrare specialità piccanti e piatti green, vegani e vegetariani, presenti sul feed SnapFood. Argomento altrettanto richiesto, di cui abbiamo già parlato qui.